Outfit per l’estate 2015, tu sai abbinare? Leggi le regole!

Outfit per l’Estate 2015; Le Regole

1. Abiti, abiti e ancora abiti Sono di moda e stiamo contente! Perché basta un unico abito azzeccato per vestirsi subito alla moda. Qualche accessorio, pronte e via!

2. Fate la scorta di pezzi base Fate la scorta di mutandine, reggiseni, calze e calzini in modo di averli sempre a portata di mano. Concentratevi piuttosto su cosa indossare e spendete il tempo cercando una combinazione creativa (e curata).

outfit1 3. Optate per i colori che vi donano di più  e proseguite su questa linea. I vari pezzi del vostro guardaroba si faranno abbinare facilmente l’uno all’altro. Non lasciatevi tentare dai cosiddetti colori alla moda. Qualche flash di colore va bene, ma non troppo.

4. Investite in un pezzo  come magliette, t-shirt, abitini, accessori divertenti… Tutto a prezzi economici. Abbinate il tutto con gusto e avrete un look che si fa notare. Completate l’insieme con una tsave, e il vostro look sarà subito particolare. Investite perciò ogni tanto in un pezzo davvero straordinario.

5. Attenzione agli sconti Non lasciatevi tentare da prezzi bassi o forti sconti, ma chiedetevi sempre se il pezzo che avete in mano vi piace davvero, se riuscite ad abbinarlo e se è il vostro stile.

viola6. Siate sempre fedeli al vostro stile.  Cercate di essere fedeli al vostro stile e scegliete dalla grande offerta di trend e tendenze soltanto quelle che fanno davvero per voi. In questo modo il vostro guardaroba rispecchierà la vostra personalità e non vi sentirete mai a disagio in quello che indossate.

7. Aggiornate il vostro look con gli accessori giusti.  Come un paio di scarpe all’ultima moda, o una ‘it-bag’. È un modo facile ed efficace per rendere moderno e ‘up-to-date’ anche l’outfit più semplice.

8. Mettete subito a lavare i vestiti che non sono più freschi. Non rimetteteli mai nell’armadio. Nessuna si potrà sentire bella ed elegante in un abito che è stato portato già troppe volte.

9. Abbinate, abbinate e abbinate. Aprite l’armadio e fate degli abbinamenti. Indossate i capi davanti allo specchio per vedere come stanno insieme. Mettete insieme gli abbinamenti che vi piacciono di più, per ricordare al volo l’abbinamento giusto..

10.  Una volta che avete scelto un outfit da portare, indossatelo e non pensateci più.  Perché non è soltanto quello che indossate che conta, ma soprattutto come lo indossate!

Hip Hip Hypster

Ognuno di noi ha incontrato almeno una volta nella vita…un tipo dall’ abbigliamento “alternativo”!

Hypster

Un look che si ama o li si odia, è una tendenza che dilaga al di là dei confini della moda tanto da spingere Trivago a stilare una classifica dei 10 hotel al mondo più amati dagli hipster. Perchè è di loro che stiamo parlando.

Eccovi alcune caratteristiche che vi permetteranno di identificare un hipster :

pantaloni skinny aderentissimi al limite del blocco circolatorio, con vita alta fino almeno all’ombelico e risvolto al fondo per far intravedere la caviglia.

Hipster man setcamicie  vintage spesso a quadri chiuse fino all’ultimo bottone e occhiali da vista  con montatura retrò molto vistosa e lenti grandi,

mocassini lucidi o stringate, ideali per il risvoltino dei pantaloni.

cappellino con visiera rialzata e macbook nella tracolla a postino dall’aria molto vissuta.

l’orologio vintage con catena del nonno che sarà portato con disinvoltura assieme all’Iphone di ultima generazione.

Gli hipster  non possono fare a meno della tecnologia e dei social network,  soprattutto su Instagram con foto color seppia mentre pedalano allegramente per la città  o mangiano polli che non abbiano subito traumi in tenera età e uova di galline che scorrazzano  nei prati più verdi.

Barba o i baffi (o entrambi) hipster sono inconfondibili, così come le acconciature finto arruffate che richiedono un paio d’ore di styling ogni mattina, mentre le ragazze prediligono tagli corti e asimmetrici, capelli viola o, per chi non vuole rischiare troppo, il classico shatush.

Che piacciano o meno, gli hipster sono un fenomeno mondiale: da Londra a New York, da Berlino a Barcellona, sono i protagonisti della scena giovanile. Che l’Hypsteria sia con voi

http://www.tsave.it/home/164-tsavehypster.html

FIOM copia FIAT

Tutto ebbe inizio quattro anni fa quando la Fiom nazionale decise di far produrre in Italia un certo numero di felpe rosse con la grande scritta bianca Fiom. Per un paradosso della cronaca ripetevano quelle inventate da Lapo Elkann con la grande scritta Fiat.

landini-720x440

Lapo_ElkannMa quante se ne smerciano in un anno? «A livello nazionale dovrebbero essere circa 5.000», dice Masini. A seconda delle regioni le felpe costano tra i 20 e i 25 euro. «Raccogliamo gli ordini e quando ne abbiamo un certo quantitativo le facciamo produrre», racconta Vergnano. Si chiama “time to market”, uno dei criteri base della produzione automobilistica.Non è l’unico punto di contatto con l’industria automobilistica.

Sbaglia più volte che puoi. Non accontentarti.

Sbaglia più volte che puoi. Non accontentarti. Rompi gli schemi. Non parlare, fai. Indossa una TSave T-shirt
accontentaIL DECALOGO DEGLI ESPERTI SUL CAMBIAMENTO

1 – IL RISCHIO VALE LA CANDELA

Molti vedono il rischio dal lato sbagliato, immaginandolo cioe’ come qualcosa di irreparabile se non lo si vince. Per questo ci si arrende ancor prima di iniziare ma chi l’ha detto che rischiare non ne vale la pena? Continua la lettura di Sbaglia più volte che puoi. Non accontentarti.

Blazer + Graphic T-shirt

A caccia di idee per i tuoi look di inizio primavera? Ecco una tendenza vista sulle passerelle e nello street style che rompe la rigidità degli schemi più tradizionali e che si rivela l’escamotage ideale per queste giornate di Marzo 2015.black-blazer-and-graphic-shirt copy

A caccia di idee per i tuoi look di inizio primavera? Ecco una tendenza vista sulle passerelle e nello street style che rompe la rigidità degli schemi più tradizionali e che si rivela Continua la lettura di Blazer + Graphic T-shirt

Quando un disegnatore creativo e visionario e un abile scrittore si scontrano nella stessa persona nasce preponderante la voglia di scrivere disegnando. E' così che nascono le T-SAVE, le T-shirt che non solo vestono ma dicono!