Hip Hip Hypster

Ognuno di noi ha incontrato almeno una volta nella vita…un tipo dall’ abbigliamento “alternativo”!

Hypster

Un look che si ama o li si odia, è una tendenza che dilaga al di là dei confini della moda tanto da spingere Trivago a stilare una classifica dei 10 hotel al mondo più amati dagli hipster. Perchè è di loro che stiamo parlando.

Eccovi alcune caratteristiche che vi permetteranno di identificare un hipster :

pantaloni skinny aderentissimi al limite del blocco circolatorio, con vita alta fino almeno all’ombelico e risvolto al fondo per far intravedere la caviglia.

Hipster man setcamicie  vintage spesso a quadri chiuse fino all’ultimo bottone e occhiali da vista  con montatura retrò molto vistosa e lenti grandi,

mocassini lucidi o stringate, ideali per il risvoltino dei pantaloni.

cappellino con visiera rialzata e macbook nella tracolla a postino dall’aria molto vissuta.

l’orologio vintage con catena del nonno che sarà portato con disinvoltura assieme all’Iphone di ultima generazione.

Gli hipster  non possono fare a meno della tecnologia e dei social network,  soprattutto su Instagram con foto color seppia mentre pedalano allegramente per la città  o mangiano polli che non abbiano subito traumi in tenera età e uova di galline che scorrazzano  nei prati più verdi.

Barba o i baffi (o entrambi) hipster sono inconfondibili, così come le acconciature finto arruffate che richiedono un paio d’ore di styling ogni mattina, mentre le ragazze prediligono tagli corti e asimmetrici, capelli viola o, per chi non vuole rischiare troppo, il classico shatush.

Che piacciano o meno, gli hipster sono un fenomeno mondiale: da Londra a New York, da Berlino a Barcellona, sono i protagonisti della scena giovanile. Che l’Hypsteria sia con voi

http://www.tsave.it/home/164-tsavehypster.html

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>